Home Blog Novità nel settore trasporti: Flixbus e Busitalia

Novità nel settore trasporti: Flixbus e Busitalia

Decreto Milleproroghe modificato. Flixbus non corre alcun rischio

Le ultime settimane sono state ricche di eventi in per quanto riguarda il mercato italiano degli autobus a lunga percorrenza.

Se da una parte è stata revocata la norma del Decreto “Milleproroghe”, che creava non pochi problemi di operatività alla start up tedesca Flixbus, dall’altra c’è da segnalare l’ingresso sul mercato del Gruppo Ferrovie dello Stato tramite Busitalia Sita Nord e l’acquisizione della maggioranza di un’azienda storica come la Simet. Vediamo un po’ più nel dettaglio cosa è successo.

 

Flixbus

La norma del Decreto Milleproroghe, convertito in legge il 23 febbraio 2017, che sotto diversi punti di vista avrebbe danneggiato Flixbus, prevedeva che solo aziende esercitanti principalmente attività di autotrasporto potessero continuare ad operare nel mercato. Una norma che, nella fattispecie, colpiva solo l'azienda tedesca, che opera in realtà come un fornitore di servizi, affidando ad altre compagnie le operazioni di trasporto.

Il 24 Aprile è stato approvato un decreto che annulla questa norma e riporta la situazione alle condizioni precedenti, ripristinando le condizioni concorrenziali. Sembrava tutto finito per il meglio, ma è notizia delle ultime ore la presentazione di nuove istanze in Parlamento a firma di alcuni deputati, che vorrebbero inserire Flixbus tra le aziende soggette alla cosiddetta "webtax", che colpirebbe le grandi aziende che operano sfruttando la rete internet su scala mondiale. Su questo tema, ci saranno sicuramente aggiornamenti nei prossimi giorni.

Busitalia Fast

In occasione della fiera BUS2BUS di fine aprile a Berlino è stato presentato un nuovo progetto del Gruppo FS Italiane, attraverso la controllata Busitalia - Sita Nord; grazie all’acquisizione del 51% delle quote di Simet spa, storica azienda di trasporto calabrese con sede a Rossano, nasce il servizio Busitalia Fast, che collegherà ogni giorno 15 regioni italiane e oltre 90 città in Italia e Germania.

L’obiettivo, specificato nel Piano Industriale 2017-2026 di FS Italiane, è quello di farsi largo nel mercato del trasporto passeggeri su gomma al fine di raggiungere una quota significativa di servizi offerti, integrando l’offerta con quella del trasporto su rotaia. Nell’arco dei primi 3 anni, l’obiettivo è quello di aumentare i collegamenti offerti non solo in Italia, ma anche verso l’estero, con Francia, Germania e Spagna in pole position.

Continuate a seguirci per rimanere aggiornati su quello che succede nel mercato italiano degli autobus a lunga percorrenza e non solo: sul nostro sito potrete trovare ogni giorno tantissime offerte per viaggiare in bus in Italia e all'estero!

Creato il 16/05/2017
Il tuo browser non é aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

×